Il Distretto 19 - Distretto Socio-Sanitario D19 di Gravina di Catania

Il Distretto 19 - Distretto Socio-Sanitario D19 di Gravina di Catania

Il Distretto Socio Sanitario 19 comprende tredici comuni e precisamente: Camporotondo Etneo, Gravina di Catania (Capofila), Mascalucia, Nicolosi, Pedara, Sant’Agata Li Battiati, San Giovanni La Punta, San Gregorio di Catania, San Pietro Clarenza,  Trecastagni, Tremestieri Etneo, Valverde e Viagrande.

La popolazione distrettuale è di  185.462 abitanti dei quali  89.798 uomini e 95.482 donne.

La superficie complessiva dei Comuni facenti parti del Distretto è di circa 157 kmq, con una densità abitativa media di circa 1.180 abitanti a kmq.

L’assetto territoriale  dei suddetti Comuni presenta un gradiente urbanizzativo legato all’influsso della vicina città metropolitana di Catania. Infatti, in essi coesistono due realtà totalmente diverse: una costituita dal nucleo originario che mantiene ancora la propria cultura e i propri lavori tradizionali, l’altra costituita dal flusso di “immigrati",  provenienti dall’hinterland catanese ed etneo e di conseguenza  portatori di altrettante culture di origine. Diverso è  lo sviluppo economico del distretto che invece presenta, territori in cui è si evidenzia un certo movimento commerciale  con attività di artigianato, centri commerciali, terziario, ed altri comuni in cui invece  si valorizza  l'aspetto turistico  del territorio. Altre realtà comunali, invece, presentano, nonostante un incremento di edilizia privata, un'economia prettamente agricola.

   Il grande inurbamento ha fatto nascere nuovi bisogni ed esigenze, ed anche una enorme mole di problemi legati alla mancanza delle strutture necessarie al benessere  dell’accresciuta popolazione. Oggi pertanto ci si ritrova con una vasta problematica da risolvere legata, sia ai bisogni di strutture primarie (alloggi, luce, gas, fognature, rete idrica limitata, etc.), sia alla capacità delle diverse comunità di assicurare livelli minimi di assistenza e accompagnamento all’integrazione. Inoltre va evidenziato come il fenomeno della criminalità, globalmente considerato nel Distretto, appare sensibilmente correlato agli alti tassi di disoccupazione.

In tale variegato contesto il Distretto 19 si muove cercando di rispondere alle esigente emergenti tramite una programmazione mirata degli interventi. A tale scopo vengono in rilievo gli interventi previsti all’interno del Piano di Zona, del quale attualmente in approvazione quello relativo al biennio 2018/2019, quelli inseriti nella progettualità di cui al PON Inclusione che si muovono nell’alveo del superamento dell’emarginazione sociale derivante dalla mancanza di lavoro, e quelli relativi alla gestione dei PAC per l’infanzia e gli anziani.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (31 valutazioni)